Sei in » In diocesi

EDUCARE VERBO DELICATO: 3 INCONTRI E DIALOGHI VERSO UNA NUOVA SCUOLA

 

L’educazione del Gratuito si basa su rapporti di relazione vitale tra le persone, premessa indispensabile per una reale integrazione di ogni individuo nella scuola. Così la scuola diventa un luogo piacevole, dove si va volentieri, dove lo studio non è un peso e ognuno impara attingendo liberamente dalla sua esperienza, dalle conoscenze o dalle discipline, elaborandole con un’attività continua e autonoma.
La classe è luogo di esperienza della gratuità, è vera comunità di ricerca e di vita. Si sta assieme e si lavora, educatori ed allievi, per la passione dell’educare e del crescere, attraverso uno spirito di accoglienza e di cooperazione. Il dono del singolo diviene dono di tutti, il limite del singolo è superato dall’essere insieme.
Anche gli allievi in situazione di difficoltà costituiscono una risorsa. La risposta alla loro necessità di percorsi, ritmi e relazioni individuali coinvolge la classe, che impara a riflettere sui valori, a pensare ai bisogni di ciascuno, a darsi tempi più idonei a tutti per un sapere più profondo. Privilegiando i loro bisogni si costruisce una scuola migliore per tutti.
Diceva Don Oreste Benzi:
“Vogliamo costruire una scuola in cui ogni persona sia guardata nella globalità dei suoi aspetti costitutivi, fisici, psicologici e spirituali e perciò accolta e valorizzata nella sua originalità; una scuola in cui sia la Gratuità ad educare”

 

 

Zoom

Scarica l'Allegato

[ In diocesi, inserita il 10/04/2017 ]